Blog

Indietro Elenco news

Italia ed estero a confronto: i concorsi a premi in Italia e in Spagna

Promosfera

21/01/2020

Scopriamo le principali differenze fra la nostra normativa e quella degli altri Paesi del mondo

https://www.promosfera.it/uploads/Italia_Spagna.png

Questo mese abbiamo intervistato le nostre Sabrina Gallotti, Italian Senior Project Manager, e Rossella Adriatico, International Senior Project Manager, per un confronto fra la normativa sui concorsi a premio in vigore in Italia e in Spagna.

Ecco cosa ci hanno raccontato su alcune delle principali differenze fra questi due Paesi.


Quanto tempo è necessario per attivare un concorso?

ITALIA I tempi per l’attivazione di una pratica di concorso dipendono dalla complessità specifica di ciascun progetto. Tuttavia, nella pianificazione di un concorso a premio in Italia, il promotore deve trasmettere, con 15 giorni di anticipo, la comunicazione di avvio della pratica al Ministero dello Sviluppo Economico, tramite il servizio telematico Prema on-line. La pratica deve essere completa di: copia del regolamento e copia della fidejussione stipulata a garanzia dell’intero montepremi in palio.

SPAGNA I tempi necessari per attivare un concorso in Spagna variano a seconda della tipologia di meccanica e possono andare dai 10 giorni per un concorso di merito alle 3 settimane per un concorso di sorte per il quale occorre inviare regolamento e apposita comunicazione alle autorità competenti (AEAT) prima dell’inizio della promozione per il corretto assolvimento degli obblighi fiscali.

 

Quali sono gli obblighi fiscali per il promotore di un concorso? 

ITALIA I premi assegnati in virtù di concorsi a premi assumono rilevanza reddituale e, se i concorsi sono rivolti ai consumatori, sono soggetti a una ritenuta alla fonte a titolo di imposta con facoltà di rivalsa. Sul valore dei premi grava la ritenuta d'imposta pari al 25% del valore normale del bene. Il promotore ha diritto alla “facoltà di rivalsa”, che deve, però, essere esercitata nelle modalità espressamente previste dalla legge. Sulle fatture relative a prodotti destinati come premi di concorsi non si può e non si deve portare in detrazione l'Iva. Se si tratta di prodotti esenti, fuori campo iva o non imponibili il promotore è tenuto a versare l'imposta sostitutiva del 20%.

SPAGNA Diversamente dall’Italia, gli obblighi fiscali connessi all’organizzazione di un concorso dipendono da diversi fattori e, in particolare, dalla tipologia dell’iniziativa e dal valore dei premi. Per i concorsi di sorte, ad esempio, è sempre obbligatorio il pagamento della “tasa de combinaciòn aleatoria”, una tassa pari al 10% del valore dell’intero montepremi che deve essere versata previo ricevimento della relativa “carta de pago” da parte della AEAT che deve riceverne comunicazione prima dell’inizio del concorso. Indipendentemente dalla meccanica implementata, sui premi assegnati di valore superiore ai 300 euro, occorre versare le imposte a titolo di “Ingreso a cuenta”con appositi modelli di versamento.


Sono previste particolari procedure per la consegna dei premi e la chiusura del concorso?

ITALIA I premi devono essere offerti e fruiti senza vincoli né costi da parte dei vincitori. Il premio assegnato deve essere consegnato all’avente diritto entro il termine massimo di 6 mesi dalla conclusione della manifestazione, o un termine inferiore se espressamente previsto nel regolamento. Decorso tale termine, i premi non assegnati e quelli non richiesti, vengono messi a disposizione di una o più ONLUS beneficiarie indicate nel regolamento. La corretta consegna dei premi in palio viene verbalizzata dal funzionario della Camera di Commercio o da un notaio.

SPAGNA Sebbene non sia prevista una procedura obbligatoria di chiusura del concorso, le procedure di consegna dei premi sono particolarmente delicate anche in Spagna. E’ importante raccogliere puntualmente la documentazione relativa ai vincitori e tenere traccia delle avvenute consegne per far fronte ad eventuali richieste da parte delle autorità competenti. Quando ne ricorrono le circostanze, inoltre, la legge Spagnola prevede che la consegna del premio sia accompagnata da una meticolosa raccolta dei documenti personali che dovranno essere consegnati ai promotori per un corretto adempimento degli obblighi fiscali. 


Per saperne di più su come organizzare un concorso a premi in: 

 

Articoli correlati

Tags: Estero Italia Normativa